Domande relative ai Gatti

  • ProBiotic LIVE è regolato per soddisfare le necessità nutrizionali dei gatti e può essere utilizzato come dieta standard.
  • Per ridurre al minimo i rischi di sovrappeso è importante prendere in considerazione il peso del gatto e, quindi, regolare di conseguenza la quantità di cibo.
  • Il cibo deve essere suddiviso in almeno due o, quando possibile, più pasti giornalieri perché i gatti preferiscono consumare più pasti durante il giorno.
  • In caso di dubbi sulla corretta quantità di alimentazione del gatto, un buon sistema è di pesarlo regolarmente. In questo modo si potranno rilevare cali o aumenti di peso in base ai quali regolare la quantità di cibo. Il peso periodico è il miglior sistema per verificare se il gatto sta mantenendo il corretto stato alimentare, anche se potrebbe essere difficile rilevare aumenti o cali di peso inferiori a 500 g.
  • Mettere sempre a disposizione del gatto una ciotola di acqua fresca.

In genere, i gatti raggiungono il loro sviluppo completo dopo 12 mesi dalla nascita. Tuttavia, alcuni gatti delle razze più grandi completano il loro sviluppo più tardi. Raggiunto il primo anno di vita, è consigliabile passare dalla variante KITTEN a quella ADULT. Nel periodo che va dai 4 ai 12 mesi di vita, le esigenze energetiche di un micino non cambiano e, pertanto, in questo periodo li si potrà alimentare mantenendo costante la quantità di cibo. Se il micino viene sterilizzato prima dell’anno di vita, è importante tenere in considerazione che le esigenze energetiche subiscono un cambiamento e, quindi, sarà necessario regolare di conseguenza le porzioni. Tuttavia, bisogna anche considerare che, anche dopo essere stati sterilizzati, i micini sono ancora in fase di sviluppo e, pertanto, si consiglia vivamente di continuare ad alimentarli con la variante KITTEN, ma con porzioni ridotte.

Sin dalla nascita e durante lo sviluppo, tutti i micini hanno bisogno di sicurezza, amore e attenzioni. Un ambiente sicuro fornisce al micino le condizioni migliori per apprendere e svilupparsi. In aggiunta, è importante che l’alimentazione del micino sia adeguata alle sue esigenze nutrizionali. In alcuni periodi, lo sviluppo particolarmente rapido dei micini può essere molto stressante. Dato che il loro sistema immunitario non è ancora completamente sviluppato, la microflora intestinale potrebbe sbilanciarsi. ProBiotic LIVE garantisce al micino le migliori condizioni nutrizionali e fornisce i batteri probiotici che contribuiscono all’equilibrio della microflora e a una sana digestione. In questo modo, al micino verranno offerte le migliori condizioni per iniziare ad affrontare la propria vita.

Molti gatti manifestano un’intolleranza al lattosio, e questo significa che sono allergici agli zuccheri presenti nel latte vaccino. Le immagini di gatti che bevono latte o leccano la panna da una ciotola è particolarmente fuorviante perché, di solito, l’assunzione regolare di latte da parte di un gatto causa diarrea. I micini assumo il latte dalla madre ma, dopo lo svezzamento, non è necessario, né naturale, che i gatti bevano qualcosa di diverso dall’acqua. Se la madre non produce una quantità di latte sufficiente, potrebbe essere necessario somministrare degli integratori specificatamente formulati per i micini.

La superficie ruvida della lingua dei gatti li predispone a ingerire pelo quando si leccano il corpo. L’accumulo di questi peli nello stomaco forma delle palle di pelo che vengono vomitate o trasferite al sistema digerente. Quando il gatto ingerisce quantità eccessive di pelo, si potrebbero verificare dei problemi nel percorso di espulsione. L’aggiunta al cibo di fibre ulteriori contribuisce al transito delle palle di pelo attraverso l’intestino e riduce al minimo la possibilità di stipsi.

Se il gatto presenta problemi evidenti correlati alle palle di pelo, sarebbe consigliabile spazzolarlo regolarmente e aggiungere al cibo pasta al malto per gatti o integratori a base di olio per facilitare il transito delle palle di pelo attraverso l’intestino. Quando al gatto è necessario somministrare giornalmente pasta al malto, sarebbe consigliabile evitare prodotti che contengono olio di paraffina per ridurre al minimo il rischio di possibile rivestimento della mucosa intestinale. Tutte le varianti di LIVE CAT contengono alti volumi di olio di salmone che contribuiscono a ridurre la formazione di palle di pelo.

Nel corso della loro evoluzione, i gatti hanno sviluppato l’abitudine di consumare quantità relativamente elevate di carne e, dato che sono degli animali carnivori, la fonte di proteine della loro alimentazione dipende dalla carne. I gatti, rispetto ai cani, hanno necessità di nutrienti aggiuntivi in quanto vi sono alcuni nutrienti che i gatti non possono reperire da soli, per es., la vitamina A e alcuni aminoacidi. I gatti hanno l’esigenza di trovare la carne nei propri alimenti, dalla quale assumere il contenuto proteico per loro sufficiente e assorbire i nutrienti di cui hanno necessità; pertanto, a differenza dei cani, i gatti non possono essere dei veri “vegetariani".

Per il corretto funzionamento del loro organismo corporeo, gli alimenti per gatti devono contenere alcuni nutrienti specifici. Pertanto, la maggior parte degli alimenti per cani non è sufficiente per i gatti, dato che il contenuto proteico negli stessi contenuto è troppo basso e non adatto alle esigenze dei gatti. Tuttavia, l’occasionale e limitata assunzione di alimenti per cani non è dannoso per i gatti.

Sì, tutte le varianti di ProBiotic LIVE CAT contribuiscono a mantenere il pH delle urine a un valore compreso tra 6,0 e 6,5. Se il valore del pH di quest’area viene mantenuto stabile, si riducono al minimo i rischi di sviluppo di cristalli urinari e di infezioni.

Per i gatti, il passaggio a una dieta con ProBiotic LIVE non richiede una transizione graduale. Il contenuto di probiotici assicura una digestione ottimale, sin dal primo giorno.

Grazie al contenuto di probiotici sarà possibile alternare le diverse varianti ADULT senza doverle miscelare per alcuni giorni. Quando si passa dalla variante KITTEN a quella ADULT è consigliabile miscelare gradualmente per un paio di settimane nella variante ADULT la variante KITTEN.

Quando un gatto invecchia, il suo organismo è soggetto a molti cambiamenti e, quando si deve scegliere un alimento per un gatto anziano è importante prenderli in considerazione, così come è altrettanto importante scegliere un alimento di alta qualità che metta a disposizione tutti i nutrienti di cui ha necessità. La cosa più importante è accertarsi che venga conservata la sua salute e il suo peso ottimale e, allo stesso tempo, prevenire o alleviare i segnali dell’invecchiamento.

Per quanto qui sopra appena detto, gli alimenti per gatti anziani dovrebbero contenere un livello ridotto di calorie in quanto i gatti anziani saranno meno attivi del solito. Per evitare problemi di obesità, è anche consigliabile alimentarli suddividendo attentamente la quantità giornaliera in due pasti. In alcuni casi potrebbe anche essere necessario somministrare integratori alimentari per soddisfare eventuali necessità specifiche, per es., in caso di malattie.

Sì, i gatti anziani, sterilizzati e poco attivi possono avere la tendenza a diventare obesi. Il sovrappeso dovrebbe essere evitato a tutti i costi in quanto l’obesità nei gatti ha le stesse conseguenze rilevate negli esseri umani: l’aumento del rischio di problemi articolari, di insorgenza di diabete o di problemi cardiaci sono solo alcune delle conseguenze associate all’obesità. È importante che i gatti non patiscano mai la fame perché questa condizione potrebbe portare a possibili sviluppi di malattie epatiche che ne mettono a rischio la sopravvivenza. Pertanto, per fare dimagrire un gatto, è meglio modificare la sua dieta, piuttosto che fargli patire la fame. LIVE ADULT DUCK contiene gli stessi nutrienti presenti in ADULT LAMB, ma con un contenuto calorico diverso; pertanto, ADULT DUCK può rivelarsi la soluzione ottimale per i gatti anziani e poco attivi, oppure per i gatti sterilizzati con tendenza a diventare obesi.

La ragione sta nel fatto che con il contemporaneo aumento del contenuto proteico e la diminuzione della quantità dei grassi si ottiene una combustione migliore. Le proteine e i carboidrati contengono pressoché la stessa quantità di energia, mentre il grasso ne contiene da 2 a 3 volte di più. Pertanto, quando si riduce la quantità dei grassi, è possibile aumentare il contenuto proteico senza dover aumentare il contenuto energetico/calorico dell’alimento.

Gli studi hanno dimostrato che l’aumento del contenuto proteico di un alimento ha effetti benefici sul metabolismo perché la metabolizzazione delle proteine richiede un apporto energetico superiore rispetto a quello necessario per la metabolizzazione dei carboidrati.

Un’ulteriore sensazione di sazietà la si può ottenere anche aumentando il consumo di proteine.
In aggiunta a quanto sopra, vi sono anche delle differenze relative ai “prodotti” che vengono generati dalla conversione delle proteine, dei grassi e dei carboidrati. Se il gatto riceve una quantità di grassi superiore a quella necessaria richiesta dalle sue esigenze energetiche, i grassi in eccesso si accumulano nell’organismo sotto forma di depositi di energia. Lo stesso vale anche per i carboidrati. Dal canto loro, le proteine vengono scomposte in aminoacidi e contribuiscono alla formazione e conservazione dei muscoli, nei quali si accumulano. Quindi, l’aumento del contenuto proteico diminuisce i rischi di sovrappeso.

Quando un gatto viene sterilizzato il suo metabolismo rallenta rapidamente e, di conseguenza, è molto importante regolare la quantità di cibo somministrato. Il sovrappeso dovrebbe essere evitato a tutti i costi in quanto l’obesità nei gatti ha le stesse conseguenze rilevate negli esseri umani: l’aumento del rischio di problemi articolari, di insorgenza di diabete o di problemi cardiaci sono solo alcune delle conseguenze associate all’obesità.

Tra i fattori da prendere in considerazione vi è il fatto che i gatti sterilizzati, spesso, sono meno attivi e, pertanto, le loro esigenze energetiche non sono più così elevate. Se, in precedenza, il gatto aveva libero accesso al cibo, si dovrà alimentarlo con pasti attentamente dosati perché l’accesso illimitato al cibo potrebbe portare il gatto a mangiare più del necessario. Inoltre, una buona idea potrebbe essere quella di sistemare la ciotola in una posizione elevata, per fare in modo che il gatto la possa raggiungere solo facendo un po’ di esercizio. In questo modo il gatto, per trovare qualcosa da mangiare, sarà costretto a fare del movimento.

I gatti affetti da diarrea richiedono una dieta e nutrienti facilmente digeribili che vengano adeguatamente assorbiti. L’uso di ProBiotic LIVE è la risposta ottimale per soddisfare queste esigenze. Inoltre, l’aggiunta di probiotici contribuisce a ripristinare rapidamente il normale equilibrio del sistema intestinale rendendo in questo modo più veloce il recupero.

Quando si sceglie una dieta con alimenti di alta qualità come ProBiotic LIVE, le differenze fra alimento secchi o umidi non sono così importanti per la salute e per le esigenze nutrizionali del gatto. Da un punto di vista di valore nutrizionale, di solito, per l’alimentazione dei micini non vi è alcuna differenza fra i due tipi di alimento. Tuttavia, i due tipi di alimento presentano propri vantaggi e svantaggi. Inizialmente, il passaggio dal latte al cibo solido potrebbe risultare più facile miscelando un alimento secco con un po’ di alimento umido. I gatti non dovrebbero essere alimentati esclusivamente con alimenti umidi perché il coinvolgimento dei denti contribuisce a evitare la formazione di tartaro. Inoltre, la somministrazione al gatto di alimenti secchi è. molte volte, più economica rispetto a quella con alimenti umidi.