Domande generali

ProBiotic LIVE è un alimento funzionale brevettato (Brevetto EP 2124607 – Alimenti per animali) di altissima qualità per cani e gatti contenente batteri probiotici vivi a elevata concentrazione che si trovano normalmente nell’intestino di tutti gli animali sani. Questi microrganismi colonizzano l’intestino non ancora sviluppato, ristabiliscono la funzione intestinale, oppure contribuiscono al funzionamento del sistema digerente promuovendo, in questo modo, un meccanismo di esclusione competitiva contro i batteri potenzialmente patogeni.

Il microrganismo probiotico Enterococcus faecium contenuto in ProBiotic LIVE proviene dalla raccolta di colture NCIMB (National Collections of Industrial and Marine Bacteria), internazionalmente nota, ed è stato selezionato per i suoi effetti benefici nel tratto intestinale dell’ospite, nel nostro caso del cane o del gatto.

Quando si ha a che fare con la qualità degli alimenti per animali valgono le stesse regole applicabili alle altre tipologie di prodotto, in base alle quali vi è una correlazione fra qualità e prezzo. In altre parole: “il risparmio non è sempre un guadagno”.

ProBiotic LIVE è un alimento per animali di alta qualità e, da parte nostra, ci atteniamo a stringenti requisiti per quanto riguarda gli ingredienti e il processo di produzione; questo ci garantisce di poter offrire un alimento di alta qualità. Gli ingredienti vengono selezionati accuratamente e non per la loro economicità. Utilizziamo solo ingredienti di qualità umana per essere certi di poter garantire il prodotto che realizziamo e ingredienti naturali di alta qualità evitando gli additivi artificiali. ProBiotic LIVE è un alimento per animali unico sul mercato e questo, soprattutto, perché utilizziamo ingredienti funzionali di alta qualità, benefici per la salute.

Le proteine sono la “componente costitutiva” di tutte le creature viventi. Molte elementi del corpo, per es., i muscoli, il pelo, le piume e le unghie sono composti da proteine e possono essere usati come fonti proteiche negli alimenti per gli animali. Le proteine sono anche presenti, in diverse quantità, in alcune piante.

La qualità di una proteina viene stabilita in base alla sua digeribilità da parte dell’animale che la assume. Questo significa che le proteine devono essere scomposte e assorbite dall’intestino e contenere gli aminoacidi necessari per l’animale. La qualità delle fonti proteiche è molto variabile. La carne, per esempio, è una fonte migliore di proteine rispetto alle piume, agli ossi e ai cereali.

Dato che ProBiotic LIVE contiene unicamente ingredienti di altissima qualità che hanno dimostrato i propri effetti nel corso degli anni, ProBiotic LIVE è considerato un alimento per animali di altissima qualità.

Per soddisfare gli standard di alta qualità, in ProBiotic LIVE vengono utilizzati esclusivamente ingredienti naturali. L’uso di pollo, agnello, pesce, anatra, riso, mais, grasso animale, olio di pesce, vitamine, minerali e altre materie prime è conforme ai requisiti previsti per un alimento completo per animali con standard di massima qualità. Dal punto di vista dell’appetibilità, le esclusive miscele di oli e grassi forniscono un vantaggio importante. Tutti gli ingredienti vengono specificatamente preparati per ottenere il più alto livello di digeribilità.

Gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6 sono i “genitori” dell’intera famiglia degli acidi grassi, importanti per la salute degli animali. Gli acidi grassi Omega 3 e Omega 6 sono importanti per le funzioni che esercitano sul sistema immunitario dei cani e dei gatti.

Acidi grassi Omega 3

  • Necessari per il cervello e la funzione retinica
  • Contribuiscono alla fluidità della membrana cellulare e alla salute della pelle
  • Aiutano a combattere le infiammazioni articolari
  • Aiutano la riproduzione
  • Migliorano il sistema cardiovascolare
  • Aiutano a combattere le allergie e le malattie infiammatorie della pelle

Acidi grassi Omega 6

  • Necessari per lo sviluppo e la riproduzione
  • Mantengono in equilibrio i livelli ormonali
  • Contribuiscono alla struttura e alla fluidità della membrana cellulare
  • Contribuiscono alla salute della pelle e del pelo
  • Favoriscono uno sviluppo appropriato del sistema nervoso
  • Aumentano l’efficacia dell’alimento durante il periodo dello sviluppo
  • Mantengono la pelle in buone condizioni
  • Sono indispensabili per il normale sviluppo della retina e del sistema nervoso

La lecitina contiene un substrato chiamato fosfatidilcolina, il componente più importante delle membrane che avvolgono le cellule. Viene usata anche per produrre l’acetilcolina, una sostanza chimica nervosa indispensabile per la correttezza delle funzioni cerebrali. La lecitina aiuta il corpo a utilizzare in sicurezza il grasso e il colesterolo. Inoltre, “emulsiona” i grassi frammentandoli in goccioline più piccole. La lecitina e i suoi derivati sono molto utili per gli animali sovrappeso in quanto contribuiscono a utilizzare in sicurezza i grassi. Per questa ragione, è anche utile negli animali con problemi epatici. Inoltre, la lecitina è un additivo eccellente per la dieta di animali in età avanzata in quanto contribuisce a proteggerli contro le disfunzioni cardiovascolari.

Un alimento “funzionale” è arricchito con effetti benefici aggiuntivi e, spesso. ci si riferisce agli aspetti benefici per la salute. ProBiotic LIVE può essere definito un alimento funzionale in quanto contiene probiotici e proteine idrolizzate.

La carne è una fonte importante di proteine per i cani e, in particolare, per i gatti. I gatti necessitano delle proteine (carne) contenute nel loro cibo per assorbire i nutrienti necessari per la loro salute. Le proteine animali aggiungono sapore ed energia all’alimento e, inoltre, sono una valida fonte di vitamine e minerali. Le fonti proteiche in ProBiotic LIVE sono, per esempio, la carne di pollo, di agnello e di anatra di alta qualità. Vengono utilizzate per assicurare la migliore biodisponibilità e l’utilizzo dei nutrienti.

Anche se il mais e il riso sono essi stessi dei cereali, i quattro cereali a cui si fa più comunemente riferimento quando si parla di prodotti senza cereali sono il grano, l’avena, l’orzo e la segala. Se un cane o un gatto è allergico al glutine, nella maggior parte dei casi potrà avere una reazione allergica a uno dei quattro cereali sopra indicati. In questo caso, il mais non è un allergene.
L’uso di riso e mais in sostituzione delle patate assicura una quantità maggiore di fibre che promuovono una migliore peristalsi dell’intestino e contribuiscono a una migliore digestione.

Possiamo garantire i nostri alimenti e il fatto che soddisfano le esigenze nutrizionali e gli standard previsti per gli alimenti per animali. Il microrganismo probiotico contenuto nei nostri alimenti, Enterococcus faecium NCIMB 10415, è stato approvato nella UE per essere usato per gli alimenti per cani e gatti. I molti proprietari di animali domestici che attualmente utilizzano ProBiotic LIVE sono molto soddisfatti della sua appetibilità e dello stato di benessere generale dei loro animali.

Erroneamente si pensa di fare bene quando si alimenta un cane o un gatto con gli avanzi invece che con dei croccantini e, spesso, questa abitudine non è solo complicata. Gli avanzi, il più delle volte, contengono eccessive quantità di grassi e sale e, spesso, possono portare a condizioni di sovrappeso. Pertanto è molto meglio usare alimenti secchi che, molte volte, sono anche la soluzione più economica. Quando si desidera dare da mangiare a un cane o a un gatto qualcosa di speciale, sarebbe meglio indirizzarsi verso leccornie specializzate, piuttosto che verso gli avanzi.

Una delle caratteristiche particolari di ProBiotic LIVE è il fatto che contiene pre- e probiotici. Questi ingredienti contribuiscono alla salute del cane e del gatto e a una sana digeribilità, garantendo il corretto equilibrio della microflora intestinale. La composizione di ProBiotic LIVE è brevettata (Brevetto EP 2124607 – Alimenti per animali), e questo significa che nessun altro prodotto sul mercato potrà garantire la stessa qualità funzionale.

I probiotici sono batteri protettivi benefici vivi presenti nel sistema intestinale, necessari per la digestione dei nutrienti e per l’equilibrio della microflora intestinale.

I prebiotici (per es. i frutto-oligosaccaridi [FOS]) sono ingredienti che promuovono la propagazione dei probiotici. In altre parole, sono considerati il nutrimento per i batteri probiotici. I prebiotici, spesso, sono carboidrati complessi non digeribili che si trovano in alcune piante, verdure e cereali. Questi carboidrati sono resistenti alla digestione da parte degli enzimi salivari e dello stomaco per passare, quindi, nell’intestino dove verranno fermentati dai batteri probiotici. L’effetto maggiormente benefico dei frutto-oligosaccaridi (FOS) è la stimolazione selettiva dello sviluppo dei batteri probiotici migliorando significativamente, in questo modo, la composizione della microflora intestinale e riducendo il numero dei batteri potenzialmente patogeni.

L’inulina è un gruppo di polisaccaridi (vari zuccheri semplici fra loro collegati) naturalmente presenti in molti tipi di piante. L’inulina viene sempre più spesso utilizzata negli alimenti perché possiede delle caratteristiche nutritive particolari. Contiene da un terzo a un quarto dell’energia presente nello zucchero o in altri carboidrati, e da un sesto a un nono di energia contenuta nei grassi. Un’altra caratteristica dell’inulina è la sua capacità di aumentare l’assorbimento del calcio.

Tutti gli animali nascono con un intestino relativamente sterile. Pertanto, un animale neonato sarà più suscettibile all’attacco di microrganismi patogeni in quanto, in questo stadio della vita, non vi è ancora una microflora protettiva che possa ridurre la colonizzazione dei batteri patogeni.

Poco dopo la nascita, l’animale neonato sviluppa, nel tratto intestinale, una serie complessa di microrganismi, definita “microflora”. La microflora intestinale contiene vari batteri e funghi, diversi tra loro e, di solito, lungo tutto il tratto intestinale si annidano ~400 tipi diversi di microrganismi, per una popolazione totale di ~ 1014.

La microflora forma una relazione simbiotica con l’animale ospite apportando dei benefici: contribuisce alla digestione producendo vari enzimi che verranno coinvolti nella scomposizione dei nutrienti.
I batteri presenti nell’intestino, inoltre, stimolano la risposta immunitaria. Quindi, una microflora ben equilibrata è una condizione essenziale per una digestione ottimale.

Il dott. Roy Fuller ha definito i probiotici “un integratore alimentare microbico vitale che ha effetti benefici sull’ospite migliorandone l’equilibrio microbico intestinale”. Questa definizione sottolinea l’importanza dei probiotici in quanto cellule vive. La consapevolezza dei probiotici si è sviluppata a livello mondiale nel corso degli ultimi anni. Molti proprietari di animali domestici conoscono i vantaggi offerti dai prodotti probiotici e sono consapevoli che la loro assunzione quotidiana ha molti vantaggi salutari sui loro animali.

I microrganismi probiotici sostengono i batteri benefici già presenti nell’intestino dell’animale ospite occupando così lo spazio che verrebbe altrimenti utilizzato dai batteri potenzialmente patogeni. Inoltre, la microflora viene bilanciata, con un conseguente mantenimento di un sistema digerente sano e ben funzionante.

È stato dimostrato che i probiotici agiscono sulla base dei meccanismi seguenti:

Competizione per i nutrienti:

Nell’intestino, i microrganismi benefici e quelli patogeni utilizzano lo stesso tipo di nutrienti, sui quali si sviluppa una competizione generale. Quindi, quanto più l’intestino sarà popolato di microrganismi benefici, tanto maggiore sarà la competizione fra i microrganismi benefici e quelli patogeni.

Competizione per i siti di adesione:

Uno dei fattori principali della colonizzazione è la capacità dei batteri di aderire alle pareti intestinali e molti patogeni si affidano alla possibilità di aderire alle pareti dell’intestino per evitare di essere rimossi dai movimenti peristaltici del tratto intestinale. Dato che il numero dei “siti” a cui i batteri possono aderire è limitato, un numero superiore di batteri benefici avrà come risultato la diminuzione del processo di radicamento dei batteri patogeni.

Stimolazione immunitaria:

  • I probiotici stimolano la produzione di anticorpi (locali e sistemici)
  • Aumentano l’attività macrofaga
  • Aumentano i livelli di interferone gamma
  • Aumentano la produzione di citochine

Effetto antimicrobico diretto:

Si può verificare tramite le batteriocine, note per essere prodotte da molte specie di batteri dell’acido lattico (LAB), ma anche dalla produzione di acidi organici (acido lattico ecc.) che, riducendo il pH intestinale, creano un ambiente ostile per gli agenti patogeni.

Miglioramento della digestione:

I microrganismi probiotici sostengono e si comportano come la microflora, producendo enzimi che contribuiscono alla scomposizione delle molecole di polisaccaridi. Il risultato sarà l’assorbimento di una maggiore quantità di nutrienti dalla dieta. La microflora produce anche vitamine, che agiscono come fonte secondaria di vitamine per l’ospite.

Alcuni dei modi nei quali i probiotici possono essere benefici per l’animale ospite sono:

  • riduzione degli effetti dello stress
  • riduzione della diarrea e di altri malesseri digestivi
  • miglioramento dell’immunità e della resistenza alle malattie
  • miglioramento della digestione
  • miglioramento delle condizioni della pelle e del pelo
  • riduzione del rischio di allergie
  • mantenimento di una microflora equilibrata

No, gli animali non possono sviluppare una resistenza contro i batteri probiotici. Nell’intestino si può solo verificare una sovrappopolazione di batteri patogeni e la somministrazione quotidiana di probiotici limita i rischi di sviluppo di diarrea dovuta all’eccessiva presenza di batteri patogeni. Inoltre, i probiotici contribuiscono all’equilibrio della microflora e a mantenere sano l’animale.

L’intestino è uno dei componenti più importanti del sistema immunitario, dato che è proprio qui che si verifica circa il 70% della risposta immunitaria (Vighny G. et al., 2008). Se diminuisce la resistenza contro i patogeni esterni, aumenta il rischio di insorgenza di infezioni nel corpo. L’assunzione quotidiana di probiotici garantisce condizioni ottimali per il sistema intestinale, per la salute e per il corretto funzionamento del sistema immunitario dell’animale.

  • Sicurezza: il microrganismo probiotico non deve essere patogeno né tossico.
  • Vitalità: un probiotico sarà efficace solo se i microrganismi probiotici rimarranno vivi durante il periodo di conservazione commerciale del prodotto e all’interno del sistema intestinale. È l’unico modo per assicurare la colonizzazione di questi microrganismi benefici.
  • Dose minima: la concentrazione di un probiotico deve essere tale da garantire, in media, una quantità di 1 × 109 CFU/kg (Unità formante colonia per chilogrammo) di alimento completo ingerito.
  • Garanzia di qualità: è fondamentale che, in un qualsiasi stadio, un probiotico non possa venire contaminato da altri microrganismi, per es., durante la fase di fermentazione, del processo di produzione o di magazzinaggio.

Per ottenere l’effetto probiotico desiderato, è necessario che nell’intestino possa sopravvivere e svilupparsi una concentrazione minima di microrganismi. Molte prove e ricerche hanno dimostrato che l’effetto dei probiotici viene raggiunto con una concentrazione media di 1 × 109 CFU (Unità formante colonia) di batteri probiotici vivi per ogni chilogrammo di alimento completo per i cani, mentre per i gatti, per ottenere effetti benefici, la concentrazione media deve essere di 7 × 109 CFU (Unità formante colonia). Se le concentrazioni medie sopra indicate sono, e rimangono, inferiori a tali limiti, si è visto che i microrganismi specifici non genereranno alcun effetto probiotico. Pertanto, i prodotti ProBiotic LIVE contengono esattamente la concentrazione media corretta di probiotici per chilogrammo di alimento completo garantendo, in questo modo, la sopravvivenza e lo sviluppo di specifici microrganismi probiotici.

L’ambiente molto acido, e con bassi livelli di pH, dello stomaco di molti animali è un modo naturale per tentare di eliminare alcuni vettori di infezione presenti nel cibo ingerito. Tuttavia, non si tratta di un processo completamente efficace, come dimostrato dal fatto che il tratto oro-intestinale è il più comune accesso al corpo di agenti infettivi.

Il microrganismo contenuto in ProBiotic LIVE è un batterio dell’acido lattico (LAB). Per definizione, questi batteri producono acido lattico per garantire lo sviluppo di batteri benefici in un ambiente acido ottimale. Con la creazione di un ambiente acido, i LAB sono in grado impedire lo sviluppo di batteri coliformi, come l’E. coli, che per svilupparsi “prediligono” un ambiente pH più alcalino.

ProBiotic LIVE è anche in grado di risolvere il problema della sterilizzazione dello stomaco in quanto contiene miliardi di microrganismi, alcuni dei quali supereranno la barriera del piloro per colonizzare l’intestino. Inoltre, il processo di liofilizzazione utilizzato per conservare i microrganismi presenti in ProBiotic LIVE genera un incapsulamento che protegge i probiotici dagli acidi gastrici.

La microflora intestinale degli animali neonati è incontaminata e, quindi, più esposta alla colonizzazione e all’infezione di agenti patogeni del tratto gastrointestinale rispetto a quella degli animali adulti.

Per esempio, rispetto a un animale adulto, un animale neonato è più soggetto alle infezioni orali generate da agenti patogeni velenosi, come le salmonelle. La somministrazione ai cuccioli di un alimento contenente probiotici assicura che il sistema intestinale venga popolato da batteri benefici che contribuiscono a creare una microflora resistente per rendere il cucciolo meno esposto a infezioni.

ProBiotic LIVE può essere somministrato in un qualsiasi momento del ciclo vitale dell’animale, ma è particolarmente utile nelle situazioni seguenti:

  • immediatamente dopo la nascita, per sviluppare una microflora corretta
  • dopo lo svezzamento
  • prima e dopo un’anestesia
  • nel corso di una terapia con antibiotici
  • dopo una vaccinazione
  • in previsione, durante o dopo periodi di stress

Dato che lo scopo della somministrazione di probiotici è ristabilire e conservare le normali funzioni intestinali, i probiotici dovrebbero essere utilizzati ogni volta che si verifica un problema di equilibrio della microflora.

Le condizioni che possono provocare squilibri sono:

  • infezioni
  • vomito e diarrea
  • terapie con antibiotici
  • condizioni di stress (viaggi, cambi di abitazione ecc.)
  • competizioni atletiche
  • periodi successivi a un intervento chirurgico e a un’anestesia
  • scarso appetito

L’utilizzo strategico di ProBiotic LIVE nel corso dei periodi di stress (vaccinazioni, cambio di abitazione), di modifiche dell’alimentazione (svezzamento) oppure dopo l’uso di antibiotici è particolarmente benefico ed è un modo eccellente per iniziare a pensare all’assunzione di probiotici.

La somministrazione di ProBiotic LIVE non ha mai dimostrato alcuno svantaggio!
ProBiotic LIVE contiene microrganismi vivi, normalmente presenti in tutti gli animali sani. I probiotici non si sono mai dimostrati tossici. Anche un’assunzione superiore di 100 volte il livello raccomandato non ha causato alcun problema. Nessuno degli ingredienti utilizzati per la produzione di ProBiotic LIVE è in grado di generare stati di irritazione o di reazioni allergiche. I probiotici sono organismi inerti e non sopravvivono nell’ambiente. Non sono stati riscontrati effetti avversi di ProBiotic LIVE sulla vita acquatica, né sulla fauna e la vegetazione terrestre.

Al contrario, l’so di ProBiotic LIVE ha moltissimi vantaggi:

  • sicurezza totale e assenza di pericoli in caso di sovradosaggio di probiotici
  • migliora i meccanismi di difesa naturale dell’animale e la sua capacità di difendersi da infezioni opportunistiche
  • è altamente efficace in un’ampia gamma di condizioni

Sono milioni i microrganismi che colonizzano il tratto digerente degli animali. Quando un animale è sano, la maggior parte di questi microrganismi avrà un effetto benefico. Tuttavia, anche quando un animale è sano, vi è sempre la possibilità che si ammali, con una conseguente proliferazione di agenti patogeni nell’intestino. Questi agenti patogeni, di solito, hanno una concentrazione talmente bassa da impedire lo sviluppo della malattia, almeno fino a quando non verranno coinvolti la salute generale dell’animale e il suo stato immunitario.

ProBiotic LIVE, con la stimolazione del sistema immunitario, aiuta a migliorare i meccanismi di difesa dell’animale. Inoltre, i microrganismi probiotici contenuti in ProBiotic LIVE contribuiranno a escludere competitivamente l’azione di eventuali microrganismi patogeni presenti nel sistema intestinale. ProBiotic LIVE contiene batteri dell’acido lattico (LAB) che producono acido lattico con un pH basso, contribuendo a creare le condizioni ottimali necessarie per lo sviluppo di microrganismi benefici. Questa azione aiuta a prevenire la colonizzazione di coliformi come l’E. coli che prediligono un pH più alcalino.

Lo stress influenza la microflora intestinale riducendo la concentrazione di batteri probiotici. Tutte le condizioni di stress alle quali un animale è esposto generano un aumento del pH intestinale. In questo caso, il tratto intestinale favorisce lo sviluppo di specie patogene (batteri cattivi) a discapito delle specie benefiche (batteri buoni).

Le vaccinazioni, le terapie antibiotiche, lo svezzamento, i viaggi, il cambio di abitazione o una malattia sono solo alcuni dei fattori considerati stressanti che possono portare a una modifica dell’equilibrio della flora intestinale a favore delle specie patogene.

Le condizioni di stress possono interferire negativamente sulla risposta immunitaria degli animali, con il risultato di causare alterazioni o il dissesto del meccanismo di regolazione dell’ecosistema del tratto gastrointestinale, consentendo un più facile radicamento di agenti patogeni all’interno del tratto stesso, con possibili conseguenti sviluppi di una condizione di diarrea.

L’assunzione di antibiotici, in particolare quelli somministrati per via orale, influisce negativamente sulla normale popolazione della flora intestinale e, quando la terapia antibiotica si prolunga nel tempo, gli effetti sulla flora intestinale possono diventare più gravi. I probiotici, naturalmente, potranno aiutare a ripristinare la popolazione normale della microflora intestinale e questa è una delle indicazioni primarie per il loro utilizzo.

Anche se il ripristino della microflora intestinale sortirà effetti più benefici alla conclusione della terapia con antibiotici, l’assunzione contemporanea di probiotici e di antibiotici ha una sua logica. In effetti, il sistema intestinale è un sistema dinamico, con ondate di attività della microflora che si verificano in presenza di cibo e di concentrazioni di antibiotici in un determinato momento. Pertanto, l’accelerazione della normale attività microbica conseguente all’assunzione di probiotici porterà benefici all’animale.

Con il termine “proteina idrolizzata” si intende la scomposizione delle molecole della proteina in elementi di dimensione inferiore, spesso in aminoacidi, che sono il “componente costitutivo” delle proteine. Quando le proteine vengono scomposte in componenti di dimensioni inferiori, non vengono più riconosciute dal sistema immunitario e, pertanto, non possono causare reazioni allergiche. ProBiotic LIVE è un alimento completo e bilanciato basato su ingredienti salutari e di alta qualità e, grazie alle sue fonti di proteine idrolizzate, è adatto per animali con allergie o intolleranze alimentari.

  • Controllare regolarmente lo stato della pelle e, in caso di presenza di irritazioni, consultare un veterinario. Tra i sintomi vi possono essere l’alopecia (perdita localizzata di pelo), l’eritema (arrossamento della pelle), la presenza di squame e di croste e piccole eruzioni infiammate che possono trasformarsi in nuove incrostazioni.
  • Per quanto possibile, evitare il contatto con pollini (per es., erba o betulle) e limitare l’accumulo di polvere all’interno dell’abitazione. Pulire spesso l’abitazione con un aspirapolvere ed evitare tappeti e coperte.
  • Durante i periodi di prurito e di pelo secco, potrebbero essere molto utili bagni frequenti con uno shampoo lenitivo.
  • Se il problema è correlato all’alimentazione, è molto importante somministrare all’animale la dieta raccomandata dal veterinario. Non alimentare l’animale con avanzi o leccornie di qualsiasi tipo. Inoltre, il cibo dovrebbe essere conservato in un contenitore ermetico.
  • Se le condizioni della pelle dell’animale sono particolarmente gravi, potrebbe essere utile scegliere un alimento con alto contenuto di acidi grassi perché contribuirà ad aumentare il meccanismo naturale di difesa della pelle. ProBiotic LIVE ha un alto contenuto di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 e, pertanto, è la scelta ottimale in queste condizioni.

Lo yogurt vivo può essere usato per fornire al tratto digerente dell’animale alcuni microrganismi vivi. Tuttavia, presenta alcuni specifici svantaggi rispetto a ProBiotic LIVE:

  • La concentrazione di microrganismi vivi presenti nello yogurt non è nota, ma tende comunque a essere relativamente bassa e dipende dalla freschezza dello yogurt e dalle sue condizioni di conservazione. Dopo l’apertura, la concentrazione microbica può esaurirsi.
  • Gli effettivi ceppi di microrganismi contenuti negli yogurt vivi vengono per lo più scelti per ragioni di sapore e di consistenza, piuttosto che per i benefici probiotici.

Pertanto, i microrganismi contenuti nello yogurt possono anche non produrre alcun beneficio probiotico. Non è il caso, invece, di ProBiotic LIVE dato che la sua quantità di probiotici viene attentamente adattata per avere un effetto positivo sull’animale ospite.

Si raccomanda di riporre la confezione di ProBiotic LIVE in un luogo fresco, asciutto e pulito, lontano dalla luce diretta del sole e mantenuto adeguatamente chiuso dopo aver aperto la confezione per evitare l’ingresso di umidità e la decomposizione termica del prodotto. ProBiotic LIVE è stabile a temperatura ambiente per una durata di 18 mesi (alimenti per cani) e di 15 mesi (alimenti per gatti). La durata di conservazione è stata confermata da studi condotti sul lungo termine.